Saucony: le origini

Saucony: le origini

Saucony è un brand di successo, specializzato nella produzione di calzature da running, di grande qualità, e non solo.

 

Ma quali sono le sue origini?

 

La prima fabbrica dell’azienda risale al 1908, fu fondata da quattro uomini d’affari a Kuztown in Pennsylvania, sulle rive del Saucony Creek, da lì il nome. Anche il logo aziendale è legato al fiume, infatti è composto da una piccola onda, chiamata in inglese “River”( fiume, in italiano).

Nel 1910 la fabbrica produceva circa 800 paia di scarpe al giorno. Nello stesso anno, a Cambringe in Massachusetts, fu fondata da un immigrato russo, il calzolaio Abraham Hyde, una società di scarpe chiamata “Hyde Athletics Industries”. Inizialmente, produceva e vendeva pantofole, prodotte con scarti di tappeti.

Il successo delle pantofole permise ad Hyde di ampliare la sua attività e furono incluse nella produzione scarpe da passeggio da donna e bambino.

Nel 1932 Hyde propone la scarpa sportiva e i “pattini per divertimento” per il pattinaggio sul ghiaccio.

Con il passare degli anni, la società di Hyde ottenne grande notorietà e si distinse per la produzione di scarpe di grande qualità, sono noti i marchi SpotBilt e Pf Flyers.

Alla fine degli anni ’60, la Hyde Athletics Industries acquisì Saucony e la trasferì a Cambridge.

Nel 1979 la rivista Runner’s world inserì due modelli di Saucony tra le prime dieci scarpe da corsa al mondo.
Alla fine degli anni ’80, Saucony divenne il brand predominante in possesso di Hyde che cosi decise di cambiare il nome alla compagnia: da Hyde Athletics Industries a Saucony.

Da allora il brand continua a distinguersi per la qualità, le prestazioni tecniche dei suoi prodotti e per le continue innovazioni proposte.

Saucony: innovazione, comfort e qualità

Nel corso degli anni, la società americana ha riservato particolare importanza all’aspetto tecnico delle scarpe e ha stabilito lo standard in diversi ambiti.

Le tappe più significative:

  • 1980: vengono proposte le Trainer 80: scarpe dalla calzatura e forma innovativa;
  • 1983: nascono le Flight, il primo modello di scarpe al mondo con intersuola in Eva a doppia densità.
  • Nel 1987 è la volta di Instep: il primo modello di scarpa tecnica da camminata.
  • Nel 1989 Saucony propone Crossport: calzature polivalenti su base tecnica da running.
  • Nel 1991 tocca alle Grid: con il primo sistema al mondo in grado di garantire ammortizzazione e stabilità. Nel 2006 vengono proposte le Progrid un evoluzione di questo sistema.
  • Nel 2007 viene introdotto il sistema Flexion Plate, una lamina in composito inclusa nell’ intersuola che conferisce ottima reattività.

Saucony, attualmente, continua ad offrire un’ampia varietà di scarpe da corsa, per il trail running, da passeggiata e propone anche una collezione da collage. Ogni modello è prodotto con una tecnologia precisa a seconda dell’ attività a cui sono destinate.  

Prodotto aggiunto con successo al confronto del prodotto!